venerdì, ottobre 24, 2008

Albakiara?

Apprendo con orrore l'esistenza di un film intitolato Albakiara.
Kiara.
Lo ripeto perché fatico a crederci mentre lo scrivo.
Alba. Kiara.
Protagonista: Davide Rossi. Che credo sia il figlio che Vasco Rossi ha avuto da una notte di sesso sfrenato con Michael Jackson (guardate la foto e ditemi voi)
Ma fin qui sarebbe roba da poco, potrei tranquillamente cassare l'intera storiella augurando al simpatico regista il successo ottenuto da alberto tomba con alex l'ariete.
Il fatto è che poi leggo parole di coraggiosa denunzia da parte dell'autore:
"La mia Albakiara rappresenta una generazione che se da un lato ha molte più opportunità [molte più rispetto a quale altra generazione?], cresciuta con internet, il computer [internet, il computer... sei Berlusconi?], la playstation, non ha gli strumenti per elaborare la quantità di dati che riceve. C'è un vuoto educativo [ora riempito sapientemente da Albakiara] impressionante, dai genitori spesso troppo indulgenti agli insegnanti che si dividono tra figure quasi eroiche [e-ro-i-che!!!] totalmente votate alla causa e individui senza scrupoli che scambiano voti in cambio di favori sessuali [quando si dice avere una visione poco drastica delle cose]. E' lo specchio del mondo in cui viviamo [ma del mondo in cui vivi te!]".
Senti Stefano Salvati, se vuoi far due soldi usando una canzone di vasco, prendendo il figlio a recitare, piazzando delle "cappa" a caso per fare il giovane e piazzando due tette e qualche culo mi sta bene. Ste troiate sociologiche però non si reggono veramente più.
Per questa ragione chiunque andrà a vedere Albakiara e poi entrerà in questo blog, verrà immediatamente punito dal sofisticato sistema di allarme Macumbatron che in men che non si dica (bello, in men che non si dica, voglio farlo tornare di moda) vi svuoterà la visa electron, vi installerà windows vista e un salvaschermo con primo piano di davide rossi e manderà in tilt il vostro Itunes che da quel momento suonerà in loop tutta la discografia di Tiziano Ferro.
Cazzi vostri.

16 commenti:

  1. io mi ricordo anche Alba Chiava degli Squallor. Non ricordo se con la K o meno. Il ritornello faceva più o meno così:
    "Alba chiavaaaa,
    e tu non me la dai....
    ce l'hai nuova,
    che cazzo te ne faiii"

    Quelle si che erano generazioni, quelle si che erano Albe.

    RispondiElimina
  2. Alex l'ariete dovrebbe essere il film che ha fatto meno incassi.
    Spero che questo lo batta ma temo serimente di no.
    Ai ggggiovani piacciono queste cose.
    La soluzione non è la cultura ma un lanciafiamme :)

    RispondiElimina
  3. senti , nan, lasciami stare tizzi che e' un incompreso
    solo perche' vocalizza...
    prova te a scrivere un capolavoro del non-sense come rosso relativo (senzamacchiad'amoremaadessoooo) e venderlo ai ragazzini come musica pop!
    altro che! tizzi e' il fratello fighetto dei verdena

    (dopo questa verro' messa al muro e fucilata)

    davide rossi prendendolo per tempo lo si puo' ancora raddrizzare, che c'e' del materiale su cui lavorare

    (pieta' per la ila che dopo la depressione post-nature sta cercando di tirarsi su dandosi al faceto)

    Ilanio

    RispondiElimina
  4. Faceto un po' fatica a capire di che materiale parli guardando davide rossi, ma mi voglio fidare.
    Quanto a scrivere un capolavoro del nonsenso come tizianone tuo, la prendo come sfida e il prossimo post lo scrivo proprio come lo scriverebbe lui, anzi meglio.
    tiè

    RispondiElimina
  5. piu' che prenderla come sfida potresti prenderla come sfiga quindi come il 45 barrato in piena faccia
    se vuoi fare una gara di non-sense, darling, io sono gia' qui che mi scrocchio il collo come Kenshiro e mi lustro tutt'e sette le stelle di Okuto

    ilanio

    RispondiElimina
  6. Dai, Woland, in fondo avvertivamo tutti l'urgenza di un altro film giovanilista che affrontasse sapientemente, e con approccio innovativo, la spinosa questione generazionale.

    (spero si colga l'ironia)


    Salut.

    Stefano

    RispondiElimina
  7. e invece sì, vista e tiziano ferro per entrambi!

    a margine, il caso ha voluto che proprio venerdì mi sia capitato di incontrare regista e attori principali di questo capolavoro da Feltrinelli.
    questi tizi presentavano il libro (perché c'è pure un libro) e leggevano brani dello stesso.
    L'intera pagliacciata trasmessa per tutte le sale della libreria.
    C'era un cazzo di nessuno che se li fumasse. Questo è assai incoraggiante.

    RispondiElimina
  8. ah e tu vuoi che noi si creda che "il caso" ha voluto che tu incontrassi gli attori e il regista da feltrinelli?????
    certo!
    come no!


    ed è sempre un "caso" che adesso tu abbia un autografo degli uni, dell'altro e di tiziano ferro sullo zaino, vero???


    beata coerenza!

    RispondiElimina
  9. ehi ehi ehi.
    fa che ho anche un paio di testimoni della mia assoluta buona fede.
    una potrebbe anche alzare la manina se passasse di qui.

    RispondiElimina
  10. "Diventi rosso-relativo se qualcuno ti guarda e sei fndano quando sei assorto".

    RispondiElimina
  11. Nicola Berti. Quel ragazzo ha qualcosa anche di Nicola Berti. Fossi nel vecchio Vasco, darei un'occhiata alla campagna abbonamenti della signora tra gli anni '80 e i '90. Lo so, la verità a volte fa male, male, male da morire.

    RispondiElimina
  12. Per fortuna che la mia visa electron è già vuota, ho già su Vista e non uso itunes...

    comunque no, non ci vado lo stesso a vedere Albakiara.

    RispondiElimina