venerdì, giugno 13, 2008

Bimbe in biga

Nella mia non troppo modesta opinione la donna in bicletta guadagna in eleganza.
Capisco siano affermazioni un po’ forti, buttate lì il venerdì, senza preavviso.
La conclusione cui sono giunto arriva dopo anni di studio e su un campione vastissimo, naturalmente.
E su prove scientifiche, che vi credete.
Per prima cosa, la donna in biga svetta sulla donna in scooter e su quella in auto. Le guarda dall’alto al basso. Fino a quando non incrocia la donna a cavallo è dominatrice assoluta (certo, c’è la donna in suv, ma quella preferirei dimenticarla, se non vi scoccia).
La donna in biga non ha l’espressione tipica della scooterista (miodiocosacifaccioqui, mioddiocosacifaccioqui, miodddddddiocosacifaccioqui) e nemmeno quella tipica dell’automobilista (vi uccido tutti, meeeeeeeeeerde!).
La donna in biga si muove. E un corpo in movimento è più elegante di uno fermo. In più la pedalata alle donne viene bene. Decisamente più bella da vedere di quella della braga che tende a ingobbirsi sui pedali manco fosse al tour de france. Al contrario la donna in scooter si siede - immobile e rigida come la sfinge - in punta di sella, si attacca col naso al parabrezza, guarda solo ed esclusivamente avanti e dà la netta sensazione di potersi schiantare nei prossimi 4barra5 secondi. La donna in auto non la conto nemmeno, non si può essere eleganti stando seduti ad altezza suolo (per la donna con suv ci sarebbe un capitolo apposito da aprire ma poi dicono che son ripetitivo).
La donna in biga lascia al vento la possibilità di giocare con i suoi capelli. La donna in scooter li infila sotto un enorme casco momo design e male che vada ci piazza due orecchie da maiale sopra. La donna in auto si strappa i capelli a ogni semaforo, incazzata coma una mangusta.
La donna in biga difficilmente può uccidere. La donna in scooter potrebbe farlo inavvertitamente, la donna in auto ci prova deliberatamente ogni giorno.
La bimba in biga è meglio.

Ps
Sì, lo so, è una storiella murata di luoghi comuni.
Ppss
La foto è di iannipis. Se non sai chi è iannipis, è questo qui www.flickr.com/photos/davidej
Pppsss
Naturalmente tutte le lettrici di questo blog sono le eccezioni che confermano la regola e in nessun modo si devono sentire chiamate in causa perché non mi rivolgo affatto a loro che so bene essere eleganti splendide meravigliose e corrette alla guida di qualsiasi mezzo fosse esso bici auto suv moto scooter trattore boeing camion dell'autospurghi tutti sappiamo che esse manterrebbero e mantengono stile impeccabile classe innata comportamento esemplare e io non potrei far altro che stupire di fronte a cotanta grazia così meravigliosamente calibrata in corpi tanto ammirevoli e ammirati.

13 commenti:

  1. miodddddddiocosacifaccioqui......non ho capito....abbiamo veramente questo tipo di espressione sulla faccia????

    RispondiElimina
  2. MANGUSTA FRIULANA1:33 PM, giugno 13, 2008

    ODIO TUTTI GLI ALTRI UTENTI DELLA STRADA CHE SIANO IN BICICLETTA A PIEDI IN AUTO IN SCOOTER E TANTO PIù SU UN SUV DEL CAZZO!impediscono la mia rilassante velocità da crociera...

    RispondiElimina
  3. "BIGA" IN FRIULANO, E' IL NOME DELL'APPARATO RIPRODUTTIVO MASCHILE......EMBLEMATICO WOLAND

    RispondiElimina
  4. Emblematico Woland2:43 PM, giugno 13, 2008

    @magra: ho aggiunto un ps
    @lale: quale popolo potrebbe dare un nome femminile all'organo riproduttivo (nonché guida unica e incontrastata dell'intero corpo) maschile? quei mona degli spagnoli, i siciliani e poi? chi altri? voi.

    RispondiElimina
  5. pppsss....ti sei salvato in corner!
    io invece non sopporto quasi tutte le fanciulle in bicicletta...non rispettano nessuna e dico nessuna regola della strada...vanno controsenso...quel rosso-arancio-verde non sanno assolutamente cosa possa essere...ti sbucano fuori da ogni dove....come svoltare a sinistra ad un semaforo per molte è un mistero....vebbbbbbè.

    RispondiElimina
  6. già che son della via, se per caso vi capita un'email di uno studio legale che vi invia un modulo per ottenere 1000 euro di risarcimento per la diffusione dei dati personali (la storia dei redditi on line, per capitci), non aprite l'allegato, è un virus.
    http://attivissimo.blogspot.com/2008/06/attenti-alla-truffa-del-risarcimento.html

    RispondiElimina
  7. Premesso che in auto sono un pericolo pubblico e che in bici sono tutt'altro che elegante perchè sudo come un asfalatatore della Salerno-Reggio Calabria ad agosto, perdonami se dico che non sopporto quando chiamate le ragazze/rispettive morose "bimbe". E' una cosa che mi gela il sangue, brrrrr... Un po' come a te dà fastidio sentir dire "pseudo-questo" o "pseudo-quello". Dio, "bimba" lo metto al livello di una che per descrivere un ragazzo dice "tato". Blea.
    Buona giornata comunque!!!

    RispondiElimina
  8. Premesso che gli asfaltatori della salerno-reggio calabria non sudano per niente (o ci sarebbe una strada degna di questo nome) e premesso che difendo il diritto inalienabile di odiare parole senza motivo (o con motivo), vorrei precisare che io non chiamo la morosa bimba (ti confondi) e che non si tratta di vezzeggiativo amoroso. Io uso il termine bimbe quasi sempre al plurale esattamente come bimbi e trattasi di livornesismo pescato, as usual, da quei dementi del nido del cuculo. Anche il tono con cui lo si legge, di conseguenza, è completamente diverso. Non è un "biiiiiiimmmmmbbbbbaaaaaaa" ma un molto più secco "Oh bimba!". Non so se l'hai presa.

    RispondiElimina
  9. aaah! se è tipo "Uè bimba!" non mi da fastidio, è l'altro modo che mi fa cariare i denti.
    Mo ciaooooo!

    RispondiElimina
  10. Premesso che anche i vari "ma ciao", "mo ciao" e compagnia suonano fastidiosi la loro parte (il senso di quel "ma"?), premesso che che tu ti metta a far la punta al bimba suona almeno buffo (proprio tu, stellina, tesoro, amorino, fiore nostro? suvvia, pudore please), premesso che anche premesso all'inizio di un discorso non mi suona benissimo ma anche anche non è che suoni 'sta meraviglia [prendere fiato], il bimbe non assomiglia nemmeno al cafone e un po' milanese "uè bimba" da te citato. E' ancora diverso. Assomiglia di più al bonario "giovane!" bolognese. O è come se dicessi "cinne".

    Va beh.

    C.u.c. (acronimo per Centra un cazzo), per la rubrica "il magico mondo di Angela Maraventano e del leghista di bologna", sappiate che la sicula tettona eletta con i vostri voti in Emilia-Romagna al senato ha cercato di imbarcarsi al contrario verso la libia, con tanto di chador in testa. Perché? Come provocazione. Questa si traveste da barbona per girare per bologna, si traveste da islamica per fare la clandestina al contrario, qualcuno le spieghi che il senato non sarebbe il carnevale di viareggio (o di lampedusa, che lei preferisce).

    RispondiElimina
  11. allora non ho capito.. io lo sentivo proprio come il signor Zampetti che dice "Uè bimba"! Non mi sento di dare il mio benestare finchè non ho sentito da vivo. Immagino tu sia molto interessato al mio responso. Della serie F.U.C. (frega un cazzo)

    RispondiElimina
  12. 1. dovresti vedere me quanto sono elegante sulla bici da corsa col caschetto e la maglia da ciclista e i guantini e le ginocchia sporche del grasso della catena e i capelli tutti appiccicati alla fronte!!
    2. il termine bimba in effetti è un po' controverso: da una parte capisco perfettamente il riferimento livornese, dall'altro effettivamente è più comune il milanese, e sicuramente più fastidioso.

    RispondiElimina
  13. 1. ti ho sgamata!

    2. Chiariamo una volta per tutte e per tutti. Il bimbe suona come in qui suona il bimbi. ciapa, tipo a metà del video

    RispondiElimina