venerdì, agosto 08, 2008

Quesiti destati d'estate

Ultime ore prima della grande fuga.
Un quesito volante.

Ma che senso ha la marcia? E' uno sport? C'è qualcosa di più ridicolo? Dice "Consiste in una progressione costante ed armonica di passi eseguita in modo tale che l'atleta mantenga sempre il contatto con il terreno almeno con uno dei due arti inferiori, senza che si verifichi una perdita di contatto evidente (cioè percepibile dall'occhio umano). La gamba avanzante deve essere tesa (cioè non piegata al ginocchio) dal momento del primo contatto con il terreno sino alla posizione verticale".
A parte che "armonica" direi poco. Voglio conoscere il tipo cui è venuta in mente 'sta tortura di tenere sempre un arto inferiore a contatto del suolo. Ma perché!?

4 commenti:

  1. no, ti prego ho appena mostrato a mia mamma l'assurdità del rimbalzometro.
    insomma ne è rimasta entusiasta,
    "..vedi vale che funzionano per far sport questi reggiseni..che bello fa vedere tutto prorpio bene!"
    spero sia il caldo.

    RispondiElimina
  2. bale, la tua mamma ne sa a pacchi

    RispondiElimina
  3. "Ma perché?"

    Perché si chiama marcia. E quando si cammina, uno dei due piedi è sempre attaccato al suolo.

    RispondiElimina