mercoledì, aprile 16, 2008

La vita è ironica, caro amico leghista di Bologna

[premessa: non si tratta di una analisi politica seria, non mi riferisco a nessuno in particolare, non fate gli offesi/e per l'anima del cazzo]


Sapete chi è costei?
Angela Maraventano, nata a Lampedusa e a Lampedusa vissuta, ex vicesindaco della meravigliosa isola, ora senatrice della Repubblica eletta nelle fila della Lega Nord con i voti dell'Emilia-Romagna.
Oggi una gustosissima intervista alla signora. Ne prendo solo qualche pezzo che credo i leghisti bolognesi non possano che apprezzare.
Alla domanda "conosce Bologna", Angela ha risposto: "Sono venuta 20 (no, dico, 20) giorni in città e ho anche (persino) mangiato come voi (come noi? cioè? con la forchetta?) anche se a me piace il pesce che da noi è tutta un'altra cosa (ma dai? che a Lampedusa il pesce fosse più buono che a Bologna in effetti era difficile da immaginare). Comunque la città è bella (grazie, bontà sua), ci sono dei negozi bellissimi (ah, per i nogozi?), tanti bar (figata, i bar), però io ho avuto paura (di che hai avuto paura, piccola?). Mi sono travestita due giorni da barbona per vedere quale era davvero questo problema della sicurezza. Ci sono dei posti in cui c'è davvero da avere paura (beh, se ti vesti da barbona direi che la probabilità di avere paura sale, anche in galleria cavour, paura delle mazzate che potresti prendere dalle guardie giurate).
Solo a me l'ironia di questa elezione fa ridere? Uno decide di votare lega per spedire una siciliana in parlamento. Non solo, una siciliana che in 20 giorni ha capito Bologna e ci informa che la sicurezza dei barboni è a rischio e il pesce è più buono in Sicilia.
Io la trovo una gag meravigliosa. E un po' godo.

15 commenti:

  1. Che il primo commento di dudu sarà dedicato alle mammelle della tizia non è nemmeno quotata.

    RispondiElimina
  2. pesante... stai giudicando una tizia per unintervista del cazzo. Cosa vuoi che potesse dire di particolarmente illuminante dato che non conosce Bologna? E poi stai semplificando il tutto, la lega non mi sembra che abbia proposto l'interdizione mentale dei nati e cresciuti al sud. Ci sono molti più meridionali di quanto pensi che hanno votatao lega e che sono contenti che questa super tettona sia arrivata in parlamento

    RispondiElimina
  3. anonimo perchè sono talemente incapace da non riuscire a lasciare il commento con un'identità..e non perchè non voglia far sapere chi sono..a questo punto però ti lascio indovinare..

    RispondiElimina
  4. Ammettilo: è un'intervista presa dal carlino.

    Matteo M.

    RispondiElimina
  5. Mi hai nel pensiero... sono enormi!

    Cmq, l'intervista e' uno spasso e non mi sembra che qui si stia giudicando la signora sulla base dell'intervista. Penso che il punto di questo post sia che solo in Italia, qualcuno che abita in un'isola che sta sotto a Tunisi possa essere eletta da un partito che ancora rivendica l'indipendenza della padania (e li chiama terroni) come rappresentante al senato di una regione che praticamente non conosce (20gg in giro per Bologna: la signora conosce l'Emilia come io conosco la Patagonia). Immagino con quale passione ci rappresentera' al Senato...

    Detto questo mi chiedo: per capire il problema della sicurezza a Bologna, quale cazzo di bisogno c'era di andare in giro vestita da barbona???
    Fare 2 passi in giro vestiti normalmente non andava bene?

    RispondiElimina
  6. dudu: bene.

    matteo m: no, l'intervista viene dalla cronaca locale di Repubblica Bologna. Comunque oggi ho trovato di meglio. Pare sia tornata a lampedusa tra fanfare e festeggiamenti e appena sbarcata abbia gridato "padania libera, lampedusa libera!". a margine, te lo chiedo con terrore (con la erre, non con la enne), sei l'unico matteo m che conosco?

    anonimo: non casco nel gioco dell'indovinello anche se ho i miei sospetti. per l'obiezione, suvvia, la parentesi quadra!

    RispondiElimina
  7. la parentesi quadra??

    RispondiElimina
  8. Sono l’unico Matteo M. che conosci.
    Mi piace come scrivi: non ti droghi di avverbi, non ti spertichi in periodi più lunghi di quattro righe, hai senso dell’umorismo. Ti leggo con interesse da un paio di giorni. Ciao

    RispondiElimina
  9. E, cosa apprezzabile in questi tempi, non scrivi “po’” con l’accento e “qual è” con l’apostrofo.

    Matteo.

    RispondiElimina
  10. matt, porc, chi cazzo ti ha dato l'indirizzo?
    mi toccherà farlo saltare in aria.

    anonimo, la parentesi quadra ad inizio post. come a dire, non sto facendo un'analisi attenta e accurata del fenomeno politico lega, sto ridendo di una tettona di lampedusa eletta con i voti dei neoleghisti emiliani al senato.

    ps
    qual'è ogni tanto mi scappa, lo ammetto.

    RispondiElimina
  11. ma l'anonimo è uno che conosco? perchè penso ad uno, ma da come scrive non mi sembra lui.
    Vabbè, echissene.

    RispondiElimina
  12. Cristo, sono enormi... Ogni volta che vedo la foto rimango basito

    RispondiElimina
  13. beh, linchia, l'anonimo è anonimo, non saprei quindi risponderti.

    RispondiElimina
  14. e va bene...va bene mi sono scaldata un po' troppo con la leghista siciliana che hai deciso di prendere di mira... è che dopo aver votato lega (cosa che mai avrei pensato di fare nella vita, oltre a mille altre) mi sentivo di dover difendere la mia scelta in quanto anche un po' sicula...a questo punto mi sono scoperta abbastanza, se poi mi spiegate come si fa a darsi un nome senza dover creare un blog la prossima volta mi qualifico.
    Linchia non avermene a male.

    RispondiElimina
  15. forza lega!!!

    RispondiElimina